La Stadiazione

La Stadiazione

Stadiare un melanoma è necessario perché ad ogni stadio corrisponde una diversa probabilità di essere guariti o un diverso rischio di sviluppare metastasi ai linfonodi o agli organi interni.
E’ sulla base di questi rischi che viene deciso il successivo iter diagnostico, di controlli clinici e di terapia.
I melanomi cutanei sono in genere classificati in quattro stadi (da O a IV, lo stadio 0 indica il melanoma in situ, che interessa solo lo strato superiore della pelle) definiti sulla base del sistema TNM. Questo sistema tiene conto delle caratteristiche del tumore come lo spessore, la velocità di replicazione delle cellule
tumorali, la presenza di ulcerazioni (T), il coinvolgimento dei linfonodi (N) e la presenza di eventuali metastasi (M).
È importante ricordare che la prognosi può essere molto diversa in base allo spessore della lesione: è ottima per melanomi inferiori a 1 mm e peggiora progressivamente con l’aumentare dello spessore, con la presenza di metastasi nel linfonodo sentinella o in altri organi. La stadiazione del melanoma è stata aggiornata recentemente e l’VIII e ultima versione è entrata in vigore da gennaio 2018

Leggi di più